Anziano di 95 anni senza allaccio del gas da 4 mesi: costretto a lasciare casa per un errore burocratico


Quasi quattro mesi senza allaccio del gas, tanto che un pensionato di 95 anni è stato costretto a lasciare la propria casa. Dopo la denuncia del Corriere dell’Umbria arriva la notizia che per il 16 gennaio verrà fissato un appuntamento da parte di Italgas per concludere i lavori. Almeno si spera. Un rimpallo di missive tra l’azienda di distribuzione, Enel Energia e il cliente di 95 anni sarebbe all’origine del disservizio. Proprio Enel Energia informa che il soggetto in questione, residente a Deruta, “ha presentato una richiesta di preventivo per allacciamento ad inizio ottobre. Ad essa è seguito l’invio immediato della documentazione che ha attivato l’iter per l’esecuzione del nuovo allaccio da parte della società che distribuisce gas nella zona”. “Tuttavia” continua la società del gruppo Enel, “dal 25 ottobre il cliente ha inviato più volte ad Enel Energia la documentazione compilata che invece doveva essere spedita alla società distributrice di gas. Enel Energia ha sempre risposto al cliente, fornendo tutte le informazioni affinché questi potesse procedere nel modo corretto. Risulta che il cliente abbia un appuntamento con il distributore nei prossimi giorni: dopo il lavoro a carico del distributore, il cliente potrà fare una nuova richiesta ad Enel Energia per l’attivazione della fornitura”.

Leggi anche: Anziana cade nel tranello del falso incidente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *