Attigliano, comune leghista: un abitante su quattro è immigrato


In Umbria c’è un comune amministrato dal Carroccio con un quarto di abitanti composto da stranieri. Un’incidenza doppia rispetto alla media umbra. Tripla se si confronta al dato italiano. Tutta gente che per la maggior parte lavora e guadagna bene. Immigrati, sì, ma di lusso. Succede ad Attigliano, comune governato dalla Lega. 1.976 abitanti di cui 504 hanno origini nei paesi più disparati. Prevalgono: Costa d’Avorio, Nigeria, Burkina Faso, Camerun e Congo. Il sindaco fino all’altro ieri era Daniele Nicchi, eletto in Regione nella lista salviniana con 4.143 voti. Negli anni ha favorito l’insediamento di famiglie straniere inserite nel contesto lavorativo e sociale. “Abbiamo avuto in passato problemi con dei rumeni”, dice Nicchi, “ma poi sono andati altrove”. Dati alla mano ad Attigliano gli immigrati sono oltre il 20% della popolazione, a  fronte di una media nazionale 8% e regionale che si aggira sull’11%.

(Servizio completo sul Corriere dell’Umbria del 15 gennaio 2020)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *