M5S, Di Maio si dimette da capo politico: “Pugnalate alle spalle, governo va avanti”


“Sono qui per comunicare le mie dimissioni da capo politico M5S per favorire il percorso verso gli stati generali: io non ci penso per nulla a mollare, ci vediamo agli stai generali. Io ci sarò e non mollerò mai”, ha detto Luigi Di Maio intervenendo al Tempio di Adriano a Roma, nel corso della presentazione dei “facilitatori” regionali M5S. 

Per approfondire leggi anche: Di Maio: “Oggi si chiude era, è tempo di riformarsi”

“Da stasera le mie mansioni di capo politico passeranno, come da regolamento, al membro anziano del comitato di garanzia Vito Crimi. Vito e il team del futuro ci porteranno fino agli stati generali”, ha continuato Di Maio (qui il discorso integrale di Di Maio).

“E’ il momento di rifondarsi: oggi si chiude un’era mentre il governo va avanti”, ha detto nel suo discorso di dimissioni da capo politico del M5S. “Ho fatto crescere il Movimento al meglio delle mie possibilità. Dalle retrovie qualcuno ci ha pugnalato alle spalle. Ma è importante continuare a cambiare lo status quo nelle istituzioni.”