Fastweb, con Covid boom linee fisse. In marzo-aprile +40% attivazioni



tlc

Attivazioni in forte crescita per Fastweb in piena emergenza coronavirus: + 40% di richiesta media giornaliera di nuove attivazioni rispetto ai due mesi precedenti

Asstel: già 65.000 persone in smart working, TLC asset strategico

Attivazioni in forte crescita per Fastweb in piena emergenza coronavirus: + 40% di richiesta media giornaliera di nuove attivazioni rispetto ai due mesi precedenti

1′ di lettura

Attivazioni in forte crescita per Fastweb in piena emergenza coronavirus. A marzo e aprile l’operatore telefonico ha registrato un incremento nella richiesta media giornaliera di nuove attivazioni del 40% nel mercato residenziale rispetto ai due mesi precedenti. Una tendenza, spiega la Società, che si è confermata anche nel mese di maggio.

Lo ha annunciato il direttore finanziario Walter Renna nel corso di una tavola rotonda durante “Telco per l’Italia” evento organizzato da CorCom. In crescita del 20% circa la richiesta di nuove linee, non derivanti da migrazioni da altri operatori.

A suo avviso «le abitudini di consumo digitali sono cambiate» e se «prima del lock-down il 40% delle famiglie italiane faceva a meno della connessione fissa perché si appoggiava al mobile». Oggi, invece, «è emersa la necessità di una connessione ultrabroadband performante e affidabile».

Qual è dunque la maggiore resistenza da vincere per fare il salto di qualità? «La barriera all’adozione delle linee fisse – aggiunge Renna – non è il costo, visto che i prezzi degli abbonamenti ad Internet in Italia sono tra i più bassi d’Europa, ma il bisogno di connettività». Durante l’emergenza Covid tutte le attività (lavoro, studio, servizi) si sono spostate sul digitale dando un impulso deciso alla domanda di connessioni fisse. Secondo Renna, ora è fondamentale lavorare «su competenze e digital transformation delle famiglie e delle imprese per consolidare queste nuove abitudini e trasformarle in un vantaggio per il Paese».

Fastweb nei prossimi mesi svilupperà una rete 5G Fwa per coprire le aree non raggiunte dalla fibra e raggiungere 8 milioni di famiglie in città medio-piccole entro il 2023.