Gubbio, Palio della Balestra 2020 il 14 agosto. Torna la sfida con Sansepolcro – Corriere dell’Umbria



Euro Grilli

30 giugno 2020

Il Palio della Balestra di Gubbio contro Sansepolcro si farà il 14 agosto nella secolare sede di Piazza Grande, dando così continuità alla sfida che si ripete almeno dal 1461. I “balistari della nobil città d’Agobio” e quelli biturgensi si sono trovati d’accordo sulla data e con la benedizione dei rispettivi presidenti, Marcello Cerbella e Gianni Bergamaschi, con l’appoggio dei Quattro Quartieri Eugubini (che non disputeranno il loro Palio), dell’Associazione Maggio Eugubino e delle due amministrazioni comunali sono pronti a scagliare le verette della sfida. “Il tutto sarà possibile – ha tenuto a precisare Cerbella – se avremo l’autorizzazione della Prefettura che dovrà dare il proprio assenso dopo aver valutato il piano sicurezza firmato dall’ingegner Matteo Costantini”, lo stesso che a suo tempo ha realizzato quello di “safety e security” che due anni fa ha consentito uno svolgimento della Festa dei Ceri il 15 maggio senza incidenti e in assoluta sicurezza. Sarà ovviamente un “Palio” sui generis e proprio per questo andrà agli archivi come un’edizione storica e (speriamo) irripetibile. Prima di tutto non ci saranno i cortei e il numero di partecipanti sarà ridotto a una ottantina di persone (40 per parte).

Ci saranno quattro banchi di tiro più distanziati tra loro al posto degli “storici” sei e in alcuni momenti (per esempio quando i due maestri d’arme andranno a spiccare il tasso) è previsto l’uso delle mascherine. In ogni momento della gara, come detto, sarà rispettato il distanziamento. Il Palio di quest’anno è stato realizzato da Giuseppe Sannipoli che usa una particolare tecnica su legno, ed è stato riprodotto su stoffa da Maria Mancini. Intanto domani riaprirà il “Balipedio”, il campo di tiro per gli allenamenti, dietro l’impianto della Funivia.

Con 144 iscritti e 54 balestrieri attivi è evidente che l’attività dovrà essere regolata da una turnazione per dare modo a tutti di riprendere confidenza con la balestra. “Anche in questo caso – ha precisato Cerbella – ci siamo dati un regolamento che prevede la presenza in simultanea di massimo dieci persone all’interno del balipedio e con turni di allenamento e di tiro non superiori alle due ore per ciascun balestriere”. “Confidiamo nel nulla osta della Prefettura per disputare il Palio – ha concluso – e fin da ora, e sempre nel rispetto delle norme di sicurezza previste dal Decreto ministeriale, confermiamo la nostra piena disponibilità per disputare il Palio della seconda domenica di settembre a Piazza di Berta a Sansepolcro”.